Ai Weiwei. Libero

Quando la politica si fa arte

Ai Weiwei. Libero, la mostra a Palazzo Strozzi

È in corso a Palazzo Strozzi (23 settembre 2016 – 22 gennaio 2017) la prima grande mostra italiana dedicata all’artista contemporaneo Ai Weiwei. Si tratta di una retrospettiva in cui sono esposte opere storiche e nuove produzioni dell’artista cinese, che si è imposto sulla scena internazionale per la personalità provocatoria, il suo attivismo politico e l’impegno nella difesa dei diritti civili e della libertà di espressione. Il suo atteggiamento dissidente lo ha portato più volte a scontrarsi con le autorità cinesi, che sono arrivate anche ad incarcerarlo nel 2011 rilasciandolo 81 giorni dopo.

Il percorso espositivo propone installazioni monumentali, sculture e oggetti simbolo della sua carriera artistica, video e serie fotografiche. La mostra coinvolge anche la facciata del rinascimentale palazzo Strozzi, alle cui finestre sono stati appesi dei gommoni, come ‘nuove cornici’ (da cui il titolo dell’istallazione Reframe), che alludono alle migrazioni nel Mediterraneo, esaltando una delle peculiarità dell’arte di Ai Weiwei: il rapporto tra tradizione e modernità, tra passato e attualità, in un luogo simbolo della storia di Firenze. Nella presentazione della mostra si legge “Nelle sue opere l’artista gioca tra antico e contemporaneo, tra passato, presente e futuro, denunciando un rapporto ambivalente con il proprio paese, diviso tra un profondo senso d’appartenenza che emerge dall’utilizzo di materiali e tecniche tradizionali e un altrettanto forte senso di ribellione con cui manipola oggetti, immagini e metafore della cultura cinese, denunciando le contraddizioni tra individuo e collettività nel mondo contemporaneo”.

“La libertà consiste nel diritto di mettere tutto in discussione.” (Ai Weiwei)

“Internet è la cosa migliore che potesse capitare alla Cina.” (Ai Weiwei)

“Tutto è arte. Tutto è politica.” (Ai Weiwei)

“Dovremmo lasciarci alle spalle le discriminazioni, perché denunciano una mentalità ristretta e ignorante, perché negano ogni contatto e calore e perché corrodono la fede dell’uomo nella propria possibilità di migliorarsi. Il solo modo per evitare incomprensioni, guerre e spargimenti di sangue è difendere la libertà di espressione e comunicare con sincerità, partecipazione e buone intenzioni.” (Ai Weiwei)

Palazzo Strozzi

Orario mostra

Tutti i giorni inclusi i festivi 10.00-20.00
Giovedì: 10.00-23.00

Info Tel +39 055 2645155
info@palazzostrozzi.org

Per tour guidati visita il sito matildecasati.it