Arte… estrema

Curiosità dal Blog

Curiosità d’Arte

Visitando alcuni monumenti italiani si possono raggiungere suggestive altezze dalle quali godere di viste panoramiche mozzafiato. Si tratta nella maggior parte dei casi di architetture secolari esplorabili solo a costo di impegnative risalite per impervie scale che ci fanno quasi sentire dei praticanti di sport estremi piuttosto che turisti e amanti dell’arte. Ecco alcuni esempi che speriamo possano suggerirvi future gite (l’altezza indicata si riferisce all’elevazione massima di ogni struttura).

Cupola di San Pietro, Città del Vaticano (XVI secolo): 133 metri, 537 gradini.

Cupola del Brunelleschi, Firenze (XV secolo): 116,50 metri, 463 gradini.

Campanile di Giotto, Firenze (XIV secolo): 85 metri, 414 scalini.

Torre di Pisa (XII-XIV secolo): 56 metri, 8 piani.

Torre degli Asinelli, Bologna (XII secolo): 97,20 metri, 498 gradini.

Torrazzo, Cremona (XIII-XIV secolo): 111,12 metri,  502 gradini.

Terrazze del Duomo di Milano (XIV-XIX secolo): 65-70 metri (Madonnina, 108,5 metri), 251 gradini per raggiungere a piedi il primo livello.

Mole Antonelliana, Torino (XIX secolo): 167,5 metri… per vostra fortuna l’affaccio panoramico è raggiungibile esclusivamente con l’ascensore.

Per visite guidate e itinerari turistici visita il sito www.matildecasati.it