Il carattere dei fiorentini

Firenze, l'alluvione.

Il carattere dei fiorentini, curiosità dal blog

Si sa, è nei momenti più critici che emerge il carattere, nel bene o nel male. E così, all’indomani dell’alluvione che ferì disastrosamente Firenze, il suo patrimonio storico-artistico e i suoi cittadini, i fiorentini reagirono con quella lucida ironia e quella caparbia ostinazione che sono loro proprie. Con quella prontezza d’animo che i fiorentini sanno declinare secondo vari registri: scivolando nella polemica, sorprendendo con la burla o la battuta tagliente oppure opponendo alla cattiva sorte una forza di spirito tutt’altro che eroica, ma velata di un’amarezza che sa comunque schiudere il sorriso.

Queste cartoline d’epoca fanno parte di una serie di illustrazioni ‘spiritose’ incentrate sull’alluvione. Mio padre, tipico fiorentino, le ha acquistate qualche tempo dopo in una cartoleria.  “Oggi tutti i piatti sono in umido”, recita il cartello affisso alla vetrina di un ristorante. Sull’ingresso un cameriere pensieroso guarda il cielo, che nei giorni precedenti con la sua pioggia aveva ingrossato le acque dell’Arno fino a farlo straripare. Un esempio di satira elegante, ma non per questo meno caustica… chissà cosa ne penserebbero quelli di Charlie Hebdo.

Firenze non è soltanto una raccolta di oggetti venerabili, espressione visibile e permanente di alti ideali e di grandi valori artistici. Essa è tutta pervasa da uno specialissimo umore che dà alla sua gente una vitalità e una forza di carattere tanto più meritevoli quanto meno ostentate, e che si rivelano appieno nei momenti difficili, come per esempio dopo la catastrofe del 1966, quando il comportamento dei fiorentini destò l’ammirazione di tutti coloro che ebbero modo di vederli all’opera. Questa vigoria si riconosce anche nel loro celebre spirito, che se a volte può essere aspro e tagliente sa anche prendere forme terse ed eleganti.” (Eve Borsook)

quadro Gianni Casatiquadro Gianni Casati

Camminiamo per Firenze. Coi tuoi occhi. Visite guidate con guida autorizzata su www.matildecasati.it